Diritto Calcistico

Decisione T.N.A.S.–C.O.N.I.: Lodo arbitrale del 22 marzo 2012 – www.coni.it

Parti: Avv. F.A./ A.C. SIENA SpA

Massima TNAS:  Il mandato conferito all’Agente non è nullo ex art. 15, comma 9, del Regolamento Agenti per violazione dell’art. 15, comma 1, del medesimo Regolamento in quanto non viene dimostrato che il ricorrente nella stipula del contratto abbia rappresentato gli interessi sia del proprio mandante (la società) che del calciatore di cui curava gli interessi E’, infatti, emerso unicamente che prima della sottoscrizione del contratto, il ricorrente fosse considerato vicino al calciatore nell’ambito del mercato. Ciò avrebbe dovuto indurre l’Agente a manifestare all’A.C. Siena, prima della conclusione del contratto di mandato l’esistenza di tale situazione. L’eventuale omissione, avrebbe potuto determinare la risoluzione del contratto che, tuttavia, non risulta essere oggetto del giudizio dinanzi al TNAS.

DirittoCalcistico.it è il portale giuridico - normativo di riferimento per il diritto sportivo. E' diretto alla società, al calciatore, all'agente (procuratore), all'allenatore e contiene norme, regolamenti, decisioni, sentenze e una banca dati di giurisprudenza di giustizia sportiva. Contiene informazioni inerenti norme, decisioni, regolamenti, sentenze, ricorsi. - Copyright © 2019 Dirittocalcistico.it